Lista GPT e PTC per Bitcoin e Altcoin-- Aggiornata --

I faucets ed il mining non sono gli unici metodi per ottenere gratuitamente Bitcoin ed Altcoin: vi sono, infatti, molti siti (per lo più in lingua inglese), definiti GPT (Get Paid to), i quali pagano gli utenti con token di criptomonete a fronte di semplici compiti, come aderire ad un'offerta, installare applicazioni o guardare brevi video pubblicitari. A questi sistemi si accomunano anche altri portali, che si focalizzano su uno specifico compito richiesto all'utente, come le PTC (Paid to Click) o le PTR (Paid to Read).

Ecco un elenco aggiornato di GPT per Bitcoin e criptomonete e di piattaforme simili, testati e risultati come paganti ed affidabili.

Rank Sito Tipo Compiti Payout
minimo
Metodo
Payout
Referral Guadagna
1 EarnCrypto GPT
(Get Paid To)
  • Fare sondaggi
  • Guardare video
  • Installare App
  • Completare offerte
immediato dopo i primi 40 punti Diretto 10% guadagna
criptomonete
2 BTC Clicks PTC
(Paid To Click)
  • Cliccare link
0,1 mBTC Diretto 10% guadagna
bitcoin
3 AirDrips PTR
(Paid To Read)
  • Claim su siti esterni
106.000
satoshi BCH
Coinbase 25% guadagna
bitcoin cash
4 BitFun Paid To Play
  • Giocare ai giochi
  • Tirare i dadi
  • Aderire ad offerte
immediato Coinpot 50% guadagna
bitcoin
5 Cointiply GPT
(Get Paid To)
  • Guardare video
  • Cliccare link
  • Completare offerte
  • Giocare
dai 35.000 coins FaucetHub
Diretto
25% guadagna
btc e doge
6 adBTC PTC
(Paid To Click)
  • Cliccare link
5.000 o 20.000
satoshi
FaucetHub
Diretto
7,5% guadagna
bitcoin
7 Kickass Traffic PTSF
(Paid to Surf)
  • Navigare siti
  • Cliccare link
immediato FaucetHub
CryptoBara
30% guadagna
bitcoin
8 Earn.gg PTC
(Paid To Click)
  • Cliccare link
variabile Coinbase
Diretto
10% guadagna
bitcoin
9 Family BTC PTC
(Paid To Click)
  • Cliccare link
0,0003 BTC Diretto 10% guadagna
bitcoin
10 BTCspinner Paid To Play
  • Giocare a spinner
10.000
satoshi
Diretto 15% guadagna
bitcoin

Come funzionano le GPT, le PTC e siti simili

I siti GTP (Get Paid to) hanno un funzionamento molto semplice:


  1. dopo una veloce registrazione gratuita, si seleziona la tipologia di compito da svolgere, tra, ad esempio, guardare filmati sponsorizzati, aderire a delle offerte, rispondere a sondaggi o installare un app;
  2. si esegue quindi il piccolo lavoro scelto: il tempo richiesto varia in base alla tipologia di compito da portare a termine ed in genere più questo dura ed è complicato, più viene pagato;
  3. una volta completato il facile compito selezionato, può essere accreditata una quantità variabile di punti, i quali si accumuleranno nel bilancio del proprio account. A loro volta questi accrediti possono essere convertiti automaticamente o manualmente nella moneta digitale offerta dalla piattaforma;
  4. generalmente il withdraw, ossia il ritiro della criptomoneta dal pannello (dashboard) della GPT al proprio indirizzo, è subordinato al raggiungimento di una soglia minima, chiamata payout, raggiunta la quale si può ottenere il pagamento nel giro di pochi giorni al massimo.

Oltre ai sondaggi, i compiti più richiesti dalle GTP sono in genere:
- aderire ad offerte, ossia la registrazione gratuita a siti o a promozioni varie;
- completare compiti, come cliccare su alcuni link e fare ricerche;
- digitare dati, ossia scrivere in alcuni campi delle brevi frasi o parole;
- vedere video, i quali in genere contengono delle pubblicità;
- installare app, come videogame cui si richiede una iscrizione gratuita per giocare.

Le GTP, inoltre, non richiedono alcun vincolo od obbligo ma, di solito, solo pochi requisiti, per lo più dettati dal buon senso. Tra questi vi sono il fatto che siano in lingua inglese, che non ammettano più di un account per utente e che, richiedano, in taluni casi e per specifici compiti, il focus della finestra del browser, ossia che questa sia aperta come primaria sullo schermo (di solito per i link da cliccare).

Come già accennato, oltra a siti comprendenti tutte le varie tipologie di compiti da svolgere, esistono pure molte sottospecie di GPT, che prendono definizioni diverse in relazione allo specifico compito richiesto all'utente per erogare moneta elettronica. Ecco una veloce presentazione di questi portali ed una breve descrizione su come funzionino.

Le PTC (Paid to Click)

Sono molti i siti che pagano criptomoneta per cliccare semplicemente su dei link. Il pagamento avviene a seguito della successiva visita del sito sponsor aperto, per alcuni secondi prestabiliti, scanditi da un countdown, terminati i quali di solito è richiesta la risoluzione di un facile quiz o di un Captcha per verificare l'attenzione sulla pagina. Più alto è il tempo di visita richiesto e più generosa è la ricompensa erogata.

Le PTR (Paid to Read)

Questi siti pagano Bitcoin o altre criptovalute spesso per leggere delle email, ma anche, come avviene con AirDrips, per consultare articoli o vedere video di altri siti inserzionisti. La ricompensa viene erogata a seguito di un claim sulla pagina da visionare, trascorso un certo intervallo di tempo.

Le PTS (Paid to Surveys)

Le PTS sono piattaforme molto conosciute, in quanto usate anche prima della nascita delle criptomonete con pagamenti in valute tradizioni, per lo più dollari. Si tratta dei siti di sondaggi remunerati, ove si richiede all'utente di compilare questionari dalla durata variabile: di solito la lingua da usare è geolocalizzata quindi l'italiano nel nostro caso, mentre la ricompensa varia in base alla lunghezza ed alla complessità del sondaggio. In genere per ogni questionario, infine, viene richiesta una qualificazione, per attestare che l'utente abbia il profilo più adatto alle esigenze di ricerca.

Le PTSF (Paid to Surf)

Un PTSF è un portale che paga i propri utenti in Bitcoin per navigare tra i siti sponsorizzati. Il surfing può essere automatico o manuale, così come anche il focus della finestra del browser.

I Paid to Play

Vi sono infine i Paid to Play, ossia portali che pagano i propri iscritti in criptomonete per intrattenersi con un gioco specifico, come BTCspinner, oppure per giocare ai diversi games proposti sul sito, come per BitFun.

Confronto tra GPT e faucet

Miglior sistema per guadagnare bitcoin

Sia i Faucet che le GPT, assieme al mining, sono strumenti tramite i quali poter ottenere gratuitamente criptomoneta. Altra similitudine tre le due tipologie di siti è, poi, che la ricompensa in bitcoin o in altre valute digitali viene erogata a fronte di un impegno minimo da parte dell'utente.

Le differenze, invece, che si possono cogliere, mettendo a paragone faucets e siti GPT, sono svariate. Mentre i primi subordinano l'erogazione di moneta virtuale alla risoluzione di qualche semplice Captcha o Antibot, i secondi richiedono l'esecuzione di un compito che, seppur facile, necessita di un po' più di attenzione e tempo. Esemplificando, se in un faucet che presenta 2 Captcha, un Antibot ed uno Shortlink, si può reclamare la propria ricompensa in massimo 2 o 3 minuti, il sondaggio più corto di una GPT richiede almeno 10 minuti, così come installare un app sui proprio smartphone, registrarsi e giocarci fino al livello richiesto.

Da un lato, questa differenza di impegno rappresenta un vantaggio per i siti Get Paid To in termini di somma ricompensata: così, se un ad un claim in un rubinetto corrispondono in media 30 satoshi di bitcoin, un questionario di appena dieci minuti vale circa 15 punti da 30 sat l'uno per un totale di 450 satoshi BTC. Dall'altro lato, però, in caso di scam della GPT, il maggior impegno messo nel raggiungere il payout si trasformerebbe in un più dolente danno come tempo investito, rispetto a quanto possa mai accadere per un rubinetto che non paghi.

In conclusione, quindi, noi propendiamo a favore dei faucet comparati alle GPT, alle PTC o a siti simili quale miglior metodo per guadagnare Bitcoin e altre crittomonete, in quanto meno dispendiosi in termini di impegno richiesto, nonchè meno deleteri come tempo perso in caso di scam.